The End Of The F***ing World: promossa o bocciata?

Ho iniziato The End Of The F***ing World stanotte, e ho appena finito.
In effetti è molto breve, sono solo 8 episodi da circa 20/25 minuti. Quindi scorre abbastanza velocemente e si lascia guardare tranquillamente in una serata.
Ma passiamo ai miei commenti a caldo.
 
Ero partita un po’ prevenuta, quando le serie TV fanno tutto questo scalpore due sono le cose: o sono effettivamente stupende, oppure dei super flop.
 
Dopo aver visto l’ultimo episodio, posso confermare che il mio giudizio sta nel mezzo.
Non mi ha fatto impazzire, ma non mi ha fatto nemmeno completamente schifo.
 
Senza dubbio una storia diversa dal solito, qualcosa che non si vede spesso. Allo stesso tempo a volte scadeva nell’eccessivo non-sense e nell’esagerazione.
 
Mi è piaciuto il fatto che abbiano deciso di far vedere uno spaccato della nostra società molto importante, e lo hanno fatto spesso esasperandolo o trattando l’argomento quasi con leggerezza: due adolescenti con problemi in famiglia, genitori assenti, ripercussioni psicologiche e caratteriali per questa mancanza nella loro vita, decidono di scappare di casa e si ritrovano a fare i conti con un maniaco sessuale che violentava e filmava le sue studentesse (interpretato da Jonathan Aris). Poi l’omicidio, la fuga. Fuga durante la quale continuano a rubare e commettere reati. Come se dopo l’omicidio fosse tutto più facile, anche infrangere la legge.
Gli attori che interpretano James e Alyssa sono stati molto bravi, molto espressivi nella loro apatia, per così dire.
Alex Lawther – che qui interpreta James – si ritrova per la seconda volta a fare la parte dell’emarginato che ha a che fare con un omicidio (anche in Black Mirror fece una parte simile, nell’episodio “Shut up and dance”).
Mentre Jessica Barden – Alyssa – la possiamo trovare in Penny Dreadful nel ruolo di Justine.
Ancora non si sa nulla sulla seconda stagione.
Stando ai fumetti, la storia finisce con James che muore sacrificandosi per Alyssa.
Ma nella serie quando sentiamo l’ultimo sparo non sappiamo se effettivamente quel proiettile sia arrivato a James e lo ha ucciso, o se Alyssa ha sparato uno dei poliziotti.
È quindi un finale abbastanza aperto e ci sarebbero gli elementi per continuare la storia.
A voi piacerebbe vedere un’altra stagione e scoprire come potrebbero evolversi le cose?
Io per ora mi limito a dire che, per quanto mi riguarda, la serie nel suo complesso è promossa, ma con una stentata sufficienza.
Non l’ho trovata così grandiosa come avevo letto in giro prima di iniziarla – forse avevo delle aspettative troppo alte, chi lo sa.
Comunque, fateci sapere cosa ne pensate voi nei commenti e seguiteci sui nostri social Facebook Twitter e Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime news riguardo le vostre serie TV e film preferiti!
The following two tabs change content below.

FlaviaCLBRS

Laureata in Lingue e Letterature Straniere e studentessa di Linguistica e Traduzione, ma per lo più amante di serie TV, libri e cinema. Con una sfrenata passione per il mondo e la cultura nordica!