Sherlock, Amanda Abbington potrebbe aver dato un indizio su Mary?

Amanda Abbington potrebbe aver dato un indizio su Mary con un tweet oppure stiamo immaginando tutto?


Attenzione
*SPOILER ALERT* per chi non ha visto la puntata dell’1 gennaio.

Come apparso anche su diversi blog, un tweet della Abbington ha condotto i fan a pensare e ripensare che il destino di Mary Watson non si sia concluso con il finale della prima puntata della quarta stagione di Sherlock andata in onda sulla BBC l’1 gennaio.

Ecco il tweet incriminato:

 

 

Pensate sia soltanto una foto di repertorio o che abbia effettivamente a che fare con il futuro di Mary?
Alcuni fan su twitter e sui social hanno cominciato a ipotizzare che la moglie di John, non sia davvero morta ma che la sua dipartita sia stata inscenata per tenerla al sicuro,voi che ne pensate? Altri ipotizzano che la Abbington sia legata anche alla donna che John ha conosciuto sull’autobus (nonostante il colore di capelli nel tweet e del personaggio visto nella prima puntata non coincidano ma siano soltanto simili).

Inoltre per gran parte dell’episodio abbiamo visto Amanda indossare parrucche e travestimenti vari nel tentativo di fuggire al suo ex collega. ha cambiato diversi costumi ma nessuno l’ha vista apparire con una parrucca rossa, nonostante questo la parrucca rossa potrebbe esser stata usata in una scena tagliata dall’episodio?

Entertainment Weekly ha chiesto a Moffat se Mary fosse morta davvero e questi ha risposto:

Si, non stiamo scherzando. È morta. Nelle storie di Arthur Conan Doyle non è mai narrata la sua morte ma Watson ne parla come “una triste perdita”, che è probabilmente (ma non per forza) una morte. La realtà è che Sherlock Holmes è sempre stata incentrata su Sherlock e il Dr. Watson. Si son divertiti ma non era una cosa destinata a durare a lungo. Mary non era destinata a restare ed eravamo sempre determinati a riportare la storia a loro due perché è quello il format originale. Io e Mark Gatiss non abbiamo voluto prenderci la responsabilità di saperne più di Sir Arthur Conan Doyle, questo è il modo in cui funziona lo show e in cui sempre lo farà, lo abbiamo riportato al suo tradizionale format.

Che pensate di tutto questo? Credete sia soltanto un tweet a cui si è dato più peso del dovuto o pensate possa non esser finita qui per la Abbington e per la sua Mary? Credete a quello che dice Moffat?

Fateci sapere e seguiteci su Facebook e Twitter per restare sempre aggiornati.

 

The following two tabs change content below.

Flavia B.

Studentessa con una grande passione per le serie tv, la musica, la letteratura e i viaggi. La mia più grande abilità è procrastinare. La mia migliore amica è l'ansia. I typos il mio nemico giurato.