Outlander: “Prestonpans” best moments.

Hello everyone! Eccoci qui per il consueto appuntamento con Outlander, ci troveremo questa settimana a ripercorrere i migliori momenti di Prestonpans, decimo episodio della seconda stagione.

>>ENGLISH VERSION OF THIS POST RIGHT HERE<<

Bando alle ciance, cominciamo subito!

SPOILER ALERT: Ovviamente, il post contiene spoilerissimi sull’episodio.

La battaglia.

Lo show ci ha preparati alla battaglia. Sin dalla prima puntata aspettiamo che arrivi questo momento, Jamie e Claire hanno tentato di evitare che accadesse, ne hanno parlato, hanno fatto piani e li hanno visti falliri, ma adesso il momento è arrivato e la battaglia nell’episodio è stata fantastica. É stato bello poter assistere alla ricreazione di questo pezzo di storia ed è stato positivo che gli sceneggiatori abbiano fatto vedere quanto “giocare in casa” significasse per gli Highlanders, soprattutto all’inizio della vera guerra. Sappiamo come finirà, ce lo aspettiamo ma poter apprezzare questa vittoria è stato una bella cosa. Adesso, prepariamoci al peggio.

“ La rivolta che io e Jamie abbiamo cercato così ardentemente di evitare era arrivata. La nostra unica speranza era che in qualche modo potessimo cambiarne l’esito. Ma temevo, in cuor mio, che la storia non sarebbe stata riscritta, che , non importa quante battaglie potessimo vincere, la vittoria sarebbe rimasta per sempre fuori dalla nostra portata.”

Fergus e la sua continua perdita di innocenza.

Durante il settimo episodio, apprendiamo che Black Jack ha abusato di Fergus. Ci siamo sentiti dispiaciuti per la sua perdita di innocenza a quel punto e per gli effetti che questo evento, avrebbe avuto nella vita del giovane francese. In questo episodio, dopo un primo momento in cui aiuta Claire a fare le “cose da donne” come le chiama lui all’ospedale, scappa e si unisce alla battaglia. È in questa occasione che il giovane si trova a dover uccidere un uomo e questo, ovviamente lo sconvolge. Per fortuna Claire è sempre pronta a correre in suo soccorso e abbracciarlo. Ancora una volta mi sono sentita dispiaciuta per Fergus, è un personaggio a cui mi sono subito affezionata e vedere in quante situazioni spiacevoli si stia trovando mi fa pensare a quanto difficile deve essere stata la vita per i ragazzini a quel tempo. Costretti a diventare “veri uomini” prima ancora di sapere cosa in effetti questo comportasse.

Dougal l’eroe.

Che Dougal non mi piaccia, non credo sia una news che sconvolgerà molti. Trovo urtante il suo ego e sono contenta di vedere come questo gli abbia recato danno in questo episodio.
Dopo aver vissuto il suo momento di gloria, esser sceso sul campo, aver rischiato di morire ed esser stato elogiato dal Re, è proprio la sua sete di sangue a tradirlo.
Il momento in cui lo si vede trafiggere i corpi degli inglesi e uccidere a sangue freddo il soldato inglese che stava chiedendo aiuto,è stato quello in cui ho capito che tra me e Dougal MacKenzie non ci sarebbe stato mai amore. Infatti, è stato bellissimo vedergli fare una figura pessima al suo ritorno, davanti al Principe ed esser costretto all’esilio da Jamie, che da buon nipote, ha voluto salvargli il sedere nonostante non lo meritasse.

Quel pazzo esaurito del Bonnie Prince Charles.
Se i libri di storia lo definiscono già per quello che era, in questa serie possiamo apprezzare Carlo Stuart in tutta la sua inesperienza. É uno sprovveduto, un bamboccione e ho davvero la percezione che non capisca una mazza di quello in cui si sta ficcando. Ovvio che succederà quello che succederà (perché ripeto, succederà) e i libri di storia hanno ragione (solo adesso che lo abbiamo visto in Outlander eh, LOL) a dargli tutta la colpa – quasi- per la disfatta degli scozzesi.

Jamie e Claire.
Una delle mie poche certezze nella vita, in questo momento, è che se guardo un episodio di Outlander so che ne uscirò felice, se non per tutto quello che succede che adesso è piuttosto tragico, ma almeno per Jamie e Claire e il loro ritrovarsi dopo ogni evento. Come mi sentirò quando si separeranno è qualcosa che onestamente non voglio scoprire presto, anche se temo dovrò farlo.
Adoro guardarli, adoro le scene in cui ci sono entrambi.

Io

LI

AMO

 

E infine…

La morte di Angus.

Me lo sentivo, troppe scene con Angus, troppe scene divertenti, ci stavamo davvero affezionando tanto a lui e quindi mi sentivo che sarebbe morto.
La scena con Rupert, quella delle promesse è stato l’ennesimo campanello d’allarme ma speravo fosse solo una brutta sensazione e invece… è successo.
Mentre guardavo la scena, straziante e orrifica, ero davvero incredula e commossa. Volevo salvarlo in qualche modo perché lui è stato e sarà uno dei miei personaggi preferiti dello show.
Mi mancherà un sacco. SIGH.
L’ultima scena, quella in cui Rupert e l’altro tizio cantano in memoria dei loro amici caduti inbattaglia, mi ha spezzato il cuore, definitivamente.

Voi cosa pensate dell’episodio? Io come sempre l’ho adorato e ormai Outlander è diventato il mio momento felice a fine settimana.
Commentate qui sotto e come sempre seguiteci su Facebook e Twitter.

 

The following two tabs change content below.

Flavia B.

Studentessa con una grande passione per le serie tv, la musica, la letteratura e i viaggi. La mia più grande abilità è procrastinare. La mia migliore amica è l'ansia. I typos il mio nemico giurato.