Mark Schwahn accusato di abusi dalle star di The Royals e One Tree Hill

Sentire parlare di molestie e abusi da parte di attori, produttori registi e addetti ai lavori di vario genere del mondo del cinema è ormai all’ordine del giorno (purtroppo). Tra gli ultimi accusati di aver abusato, fisicamente o psicologicamente, delle sue star c’è Mark Schwahn, regista e sceneggiatore statunitense, creatore di One Tree Hill e di The Royals.

É stata la scrittriche di One Tree Hill Audrey Wauchope, ad aver accusato per prima il noto regista e sceneggiatore, seguita a ruota da membri del cast e della crew della famosa serie di inizi 2000; le accuse si riferivano ovviamente al periodo in cui la scrittrice e le altre stavano lavorando con Schwahn a One Tree Hill.

Anche Sophia Bush, Hilarie Burton e Bethany Joy Lenz, si sono unite in un comunicato, denunciando congiuntamente la condotta di Schwahn.

Le donne del cast di One Tree Hill, hanno scelto questo mezzo per sostenere Audrey Wauchope  e per sostenersi a vicenda. […] Il comportamento di Mark Schwahn durante le riprese di One Tree Hill è stato un “segreto non-segreto”. Molte di noi erano, in vari modi e su diversi livelli, manipolate psicologicamente ed emotivamente.

Più di una di noi è ancora in trattamento per stress post-traumatico. Molte di noi sono state messe a disagio ed hanno dovuto imparare a parare i colpi, certe volte fisicamente, perché ci era chiaro che i supervisori presenti, non ci proteggevano come invece avrebbero dovuto fare. A molte di noi ci sono state dette cose che andavano dal “profondamente sconvolgente” al “traumatizzante” al “decisamente illegale”. Ed alcune di noi si sono trovate nella posizione di sentirsi insicure.

Più di una donna nel nostro show ha sentito la propria carriera minacciata. Il modo in cui siamo riuscite ad uscirne è stato confidando le une sulle altre. […] A molte di noi era stato detto, durante le riprese, che parlarne avrebbe causato la cancellazione dello show e la perdita del lavoro per centinaia di persone amorevoli, super qualificate e talentuose. Un peso che non avrebbe dovuto gravare su delle giovani donne […] Molte di noi sono rimaste in silenzio per quanto concerne la sfera pubblica, ma hanno utilizzato diversi canali settoriali e tra amici per parlarne, perché vogliamo che Tree Hill rimanga per i fan il luogo dove “tutto è migliore e sicuro”, visto che alcuni di loro hanno spesso affermato che lo show ha letteralmente salvato le loro vite. Quel che c’è di vero è però che nessun posto è sicuro quando coesiste in esso un cancro subdolo che continua a diffondersi. […]
Siamo tremendamente grate a Audrey per il suo coraggio. E ai membri maschili del cast che in questi giorni ci hanno contattate mostrando il proprio supporto. In loro riecheggia il motto che deve portare al cambiamento: “Credete alle donne, affrontiamo tutto questo insieme”.
Con amore e coraggio,
Il cast
Sophia Bush, Hilarie Burton, Bethany Joy Lenz, Danneel Harris, Michaela McManus, Kate Voegele, Daphne Zuniga, India DeBeaufort, Bevin Prince, Jana Kramer, Shantel Van Santen, and Allison Munn
E la coraggiosa crew
Audrey Wauchope, Rachel Specter, Jane Beck, Tarin Squillante, Cristy Koebley, JoJo Stephens

E tutto il resto delle donne con cui abbiamo lavorato che si ritrovano in quello che stiamo dicendo.

Trovate l’intero comunicato su Variety.com

Su twitter si sono susseguiti gli interventi di vari membri del cast e della crew:

 

 

Di lì a poco anche E! ha annunciato che avevano aperto indagini interne, per indagare se anche nel mondo di The Royals, serie a cui sta(va) lavorando Schwahn, si fossero mai riscontrati problemi analoghi.

Nel giro di poche ore anche le donne di The Royals hanno denunciato la condotta del regista, rilasciando un comunicato simile a quello delle colleghe di One Tree Hill:

Dopo aver letto il comunicato delle donne di One Tree Hill, non poteva non esser scritto un comunicato dalle loro sorelle di The Royals.

Nonostante avessimo sentito i rumor della sua condotta in One Tree Hill, quelle di noi coinvolte sin dalle fasi iniziali nelle riprese del pilot, abbiamo sperato fossero solo quello: rumors. Ma al momento in cui abbiamo concluso il lavoro, era chiaro che non fosse questo il caso. É parso ancora più chiaro leggendo il loro comunicato (delle donne di OTH, ndr) che il senso di tradimento e rabbia che abbiamo sperimentato noi durante l’esperienza in The Royals, non era solo nostro. Eravamo arrabbiate allora e lo siamo ancora oggi.

Questo comunicato è un insieme di voci di donne coinvolte in The Royals che vorrebbero finalmente rispondere ai comportamenti dello showrunner che si è sentito autorizzato ad abusare del suo potere e della sua influenza in un ambiente nel quale sapeva di poterlo fare mentre le donne non potevano contraccambiare. Questo si è manifestato nelle multiple molestie sessuali ai danni di più di una donna del cast e della crew.

Dove avremmo dovuto essere eccitate di conoscere nuovi membri femminili del cast e della crew, abbiamo avvertito invece una preoccupazione nauseabonda per la possibilità che anche i loro numeri di cellulare venissero rintracciati. Quando avremmo dovuto offrire consigli alle neo-arrivate per quanto riguarda le scene, abbiamo invece offerto avvertimenti a proposito dell’uomo che si sarebbe trovato nella stessa stanza con loro. Ma più di tutto questo, quando tutte saremmo dovute essere orgogliose per aver ottenuto una parte, ci siamo invece dovute sentire sottovalutate come artiste e creative. Ed in molti casi non più di un’insieme di pezzi di carne.

Mentre condanniamo aspramente le azioni di un uomo, vorremmo ringraziare gli altri. Grazie a tutti i membri del cast che si sono sempre assicurati che non fossimo mai da sole con lui e hanno mosso due passi in nostra direzione ad ogni suo singolo passo. Grazie agli amici, alle persone che amiamo e ai nostri partner per averci supportato allora e per continuare a farlo adesso che ne stiamo parlando.

Ma grazie soprattutto alle donne di One Tree Hill, il cui estremo coraggio ci ha commosso enormemente. Per voi ci togliamo le corone. ( To you we doff our crowns, in inglese rende meglio, sorry, ndr).

Le donne di The Royals.

Hatty Preston, Sophie Colquhoun, Alex Watherson, Lydia Rose Bewley, April Church, Annalise Beusnel, Poppy Corby-Tuech, Florence Chow, Charlie Jones, Isabella Artitzone, Jade Armstrong, Rachel Walsh, Tania Vernava, Bonnie Vannucci, Merritt Patterson, Kate Benton, Jerry-Jane Pears, Jodie Simone, Kate Royds, Leonie Hartard, Lisa Mitton, Marie Deehan, Alice Woodward, Rachel Lennon, Kimberly Macbeth.

 

 

Adesso, noi fan di The Royals, possiamo finalmente dare una spiegazione a tutte le “sparizioni” femminili dalla serie in questi anni. Possiamo comprendere il perchè addirittura alcune tra le lead hanno abbandonato il progetto, vedendosi costrette a salutare lo show per non fare più ritorno. Ai tempi sembrava strano e inconcepibile, oggi no.

Anche Alexandra Park, l’amata Eleanor di The Royals, ha scritto la sua su twitter, supportata dall’eterno amico, nonché collega, Tom Austen:

 

Alle donne (e agli uomini) che hanno parlato con coraggio a proposito delle recenti accuse mosse nei confronti di Mark Schwahn, vi stimo. Non sarà stato facile.

Ho la responsabilità avendo lavorato anche io con M.S. in The Royals, di riconoscere queste accuse. Sono devastata nel dover ammettere con me stessa, con i miei colleghi e con questa industria, che anche io sono stata esposta al suo comportamento riprovevole.

In passato, la gente aveva paura di farsi avanti in queste situazioni perché terrorizzati dalla possibilità di perdere un’opportunità così difficile da ottenere, un’opportunità che significasse così tanto per loro.

Sono orgogliosa e grata che oggi, possiamo prendere strade diverse rispetto al passato. Strade che ci incoraggiano ad opporci a una leadership inaccettabile, nella speranza che questa venga così rimossa. Confidando nel fatto che non saremo penalizzate per i comportamenti malati di una persona.

Sono eternamente grata per quella che è stata l’opportunità di una vita. Apprezzo immensamente il mio network e lo studio di produzione per avermi ascoltata ed esser stati dalla mia parte in questo e per aver preso i dovuti provvedimenti per rettificare la cosa.

Al cast e alla crew, ai fan del nostro show, ai supporter di questo movimento, siete la mia famiglia. Siamo il cuore e l’anima di The Royals. Spero che potremmo continuare in questo viaggio del quale sono molto orgogliosa di far parte, ed essere d’esempio nell’affermarsi di un nuovo standard, un risultato che noi come membri di questo ambiente ma anche di qualsiasi altro, stiamo provando a raggiungere.

 

 

I didn’t think it was possible to be any more proud of this girl. Turns out it is… https://t.co/b4dk6AtM9w

— Tom Austen (@tomoausten) 16 novembre 2017

 

Per finire è intervenuta la Hurley, scrivendo nel suo comunicato che non si fosse mai accorta di quanto il comportamento di Mark Schwahn fosse inappropriato con le altre donne, dispiacendosi del non esser riuscita a proteggere le più giovani dalla condotta del regista.

 

La Bush ha commentato aggiungendo:

 

 

Non possiamo che unirci alle parole piene di speranza di Sophia Bush, Alexandra Park e di tutte le donne e uomini che stanno parlando in queste ore non solo facendo luce su questa faccenda che coinvolge Schwahnma anche su tutte le altre di cui si è parlato, e si parla, nelle ultime settimane, nella speranza che ogni donna riesca un giorno a sentirsi sempre al sicuro e non minacciata né tra le quattro mura domestiche, né sul luogo di lavoro, né  da nessuna altra parte per il semplice fatto di esser donna.

 

Per restare sempre aggiornati sul mondo di serie tv e cinema, seguiteci anche nostri canali social  Facebook   Twitter e Telegram.

The following two tabs change content below.

Flavia B.

Studentessa con una grande passione per le serie tv, la musica, la letteratura e i viaggi. La mia più grande abilità è procrastinare. La mia migliore amica è l'ansia. I typos il mio nemico giurato.