Golden Globes: ecco i vincitori e un mega riassunto della serata

Domenica 8 Gennaio, mentre qui in Italia era notte fonda – fondissima, si sono tenuti nella solita cornice Hollywoodiana, i 74esimi Golden Globe Awards (o semplicemente Golden Globes),durante la serata sono stati assegnati premi, come di consueto, al mondo del cinema e della tv, vediamo come è andata! (IN FONDO ALL’ARTICOLO LA LISTA CON I VINCITORI)

La cerimonia, tenutasi al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills, mira a premiare il lavoro fatto durante l’anno precedente nel mondo cinematografico e delle serie tv, solitamente in un clima più rilassato degli Oscar (che si terranno il 26 febbraio) i Golden Globes includono nella premiazione, a differenza dei cugini Oscar, anche premiazioni per il mondo televisivo.

La settantaquattresima edizione, condotta da Jimmy Fallon, comincia subito con un musical parodia di La la land e c’è un sacco di gente: da Nicole Kidman a Amy Adams, Sarah Paulson fino a Jon Snow che risorge (si, Kit Harington risorge ancora e canta), passando per altri protagonisti di cinema e serie tv (tipo i bimbi di Stranger Things che rappano e si, BARB IS STILL ALIVE, lol) e vi inseriamo il video così potete guardare con i vostri occhi che tanto fare le liste è quasi inutile:

 

Poi il gobbo elettronico su cui Fallon doveva leggere, non ha funzionato quindi lui è andato inizialmente a braccio. Inutile dire che molte battute sono state Trump-centriche (Fallon ha detto che scopriremo come sarebbe stato se Joeffrey di Game of Thrones non fosse morto, tra 12 giorni, il giorno dell’insediamento di Trump è esattamente tra 12-adesso undici- giorni) compreso il discorso di Meryl Streep, alla quale è stato assegnato il premio Cecil B. Demille, per la carriera:

La Streep, ha fatto leva sul fatto che dentro quella stanza, in quel momento era presente la parte della società più attaccata in America ultimamente: Hollywood, la stampa, gli stranieri. (Trump, più tardi ha risposto contrattaccando e dicendo che la Streep è solo un’attrice sopravvalutata e una leccapiedi di Hillary).

Viola Davis,vincitrice del Golden Globe come Migliore attrice non protagonista per Fences (Barriere) ha introdotto la Streep al suo premio, prima imitandola e facendo fare quattro risate in sala, poi elogiandola per il magnifico lavoro che ha sempre fatto e infine ringraziandola per essere la sua musa, per averla resa orgogliosa di essere un’artista e per averle insegnato che quello che è, la sua età, la sua faccia, sono abbastanza.

 

 

Anche Hugh Laurie, che ha vinto il premio come Miglior attore non protagonista in una serie tv (per The Night Manager), ha lanciato frecciatine a Trump dicendo nel suo discorso che questi sarebbero gli ultimi Golden Globes in assoluto, perchè le parole Foreign e Press nel titolo dall’associazione che assegna i premi ( i Globes sono assegnati dalla Hollywood Foreign Press Association) non suonano più bene nell’America di questi tempi.

Sofia Vergara, ha intrattenuto il pubblico durante la presentazione delle Miss Globes (le tre Stallone sisters) giocando sul fatto che è straniera e nel pronunciare la parola “annual” l’ha resa in maniera…leggermente diversa:

 

Ryan Gosling, che ha vinto il premio come Miglior attore protagonista in un film Comedy o Musical (La La Land) ha scherzato sul fatto che non è la prima volta che lo confondono per Ryan Raynolds, il quale nel frattempo baciava Andrew Garfield (entrambi non vincenti nelle loro rispettive categorie):

 

E poi ovviamente è stato trasmesso un tributo in ricordo di Debbie Reynolds e Carrie Fisher:

 

 

Vogliamo chiudere con la frase detta dalla Streep, citando quello che la Principessa Leia sua amica, una volta le disse:

In sintesi, La la land vince ben 7 premi, The Crown batte Stranger Thing, Game of Thrones e altre magnifiche serie candidate, Claire Foy si aggiudica il Globe (mi è dispiaciuto un po’ per Caitriona Balfe -Outlander- ma anche Claire lo ha meritato) e si insomma, ecco la lista completa dei vincitori:

Miglior film drammatico

  • Moonlight, regia di Barry Jenkins
  • La battaglia di Hacksaw Ridge (Hacksaw Ridge), regia di Mel Gibson
  • Hell or High Water, regia di David Mackenzie
  • Lion – La strada verso casa (Lion), regia di Garth Davis
  • Manchester by the Sea, regia di Kenneth Lonergan

Miglior film commedia o musicale

  • La La Land, regia di Damien Chazelle
  • 20th Century Women, regia di Mike Mills
  • Deadpool, regia di Tim Miller
  • Florence (Florence Foster Jenkins), regia di Stephen Frears
  • Sing Street, regia di John Carney

Miglior regista

  • Damien ChazelleLa La Land
  • Tom Ford – Animali notturni (Nocturnal Animals)
  • Mel Gibson – La battaglia di Hacksaw Ridge (Hacksaw Ridge)
  • Barry Jenkins – Moonlight
  • Kenneth Lonergan – Manchester by the Sea

Migliore attrice in un film drammatico

  • Isabelle HuppertElle
  • Amy Adams – Arrival
  • Jessica Chastain – Miss Sloane
  • Ruth Negga – Loving
  • Natalie Portman – Jackie

Migliore attore in un film drammatico

  • Casey AffleckManchester by the Sea
  • Joel Edgerton – Loving
  • Andrew Garfield – La battaglia di Hacksaw Ridge (Hacksaw Ridge)
  • Viggo Mortensen – Captain Fantastic
  • Denzel Washington – Barriere (Fences)

Migliore attrice in un film commedia o musicale

  • Emma StoneLa La Land
  • Annette Bening – 20th Century Women
  • Lily Collins – L’eccezione alla regola (Rules Don’t Apply)
  • Hailee Steinfeld – The Edge of Seventeen
  • Meryl Streep – Florence (Florence Foster Jenkins)

Migliore attore in un film commedia o musicale

  • Ryan GoslingLa La Land
  • Colin Farrell – The Lobster
  • Hugh Grant – Florence (Florence Foster Jenkins)
  • Jonah Hill – Trafficanti (War Dogs)
  • Ryan Reynolds – Deadpool

Miglior film d’animazione

  • Zootropolis (Zootopia), regia di Byron Howard e Rich Moore
  • Kubo e la spada magica (Kubo and the Two Strings), regia di Travis Knight
  • La mia vita da Zucchina (Ma vie de Courgette), regia di Claude Barras
  • Oceania (Moana), regia di Ron Clements e John Musker
  • Sing, regia di Garth Jennings

Miglior film straniero

  • Elle, regia di Paul Verhoeven (Francia)
  • Il cliente (Forushande), regia di Asghar Farhadi (Iran)
  • Divines, regia di Uda Benyamina (Francia)
  • Neruda, regia di Pablo Larraín (Cile)
  • Vi presento Toni Erdmann (Toni Erdmann), regia di Maren Ade (Germania)

Migliore attrice non protagonista

  • Viola DavisBarriere (Fences)
  • Naomie Harris – Moonlight
  • Nicole Kidman – Lion – La strada verso casa (Lion)
  • Octavia Spencer – Il diritto di contare (Hidden Figures)
  • Michelle Williams – Manchester by the Sea

Migliore attore non protagonista

  • Aaron Taylor-JohnsonAnimali notturni (Nocturnal Animals)
  • Mahershala Ali – Moonlight
  • Jeff Bridges – Hell or High Water
  • Simon Helberg – Florence (Florence Foster Jenkins)
  • Dev Patel – Lion – La strada verso casa (Lion)

Migliore sceneggiatura

  • Damien ChazelleLa La Land
  • Tom Ford – Animali notturni (Nocturnal Animals)
  • Barry Jenkins – Moonlight
  • Kenneth Lonergan – Manchester by the Sea
  • Taylor Sheridan – Hell or High Water

Migliore colonna sonora originale

  • Justin HurwitzLa La Land
  • Nicholas Britell – Moonlight
  • Jóhann Jóhannsson – Arrival
  • Volker Bertelmann e Dustin O’Halloran – Lion – La strada verso casa (Lion)
  • Pharrell Williams, Hans Zimmer e Benjamin Wallfisch – Il diritto di contare (Hidden Figures)

Migliore canzone originale

  • City Of Stars (Justin Hurwitz, Benj Pasek e Justin Paul) – La La Land
  • Can’t Stop the Feeling! (Max Martin, Shellback e Justin Timberlake) – Trolls
  • Faith (Ryan Tedder, Stevie Wonder e Francis Farewell Starlite) – Sing
  • Gold (Brian Burton, Stephen Gaghan, Daniel Pemberton e Iggy Pop) – Gold
  • How Far I’ll Go (Lin-Manuel Miranda) – Oceania (Moana)

Premi per la televisione

Miglior serie drammatica

  • The Crown
  • Stranger Things
  • This Is Us
  • Il Trono di Spade (Game of Thrones)
  • Westworld – Dove tutto è concesso (Westworld)

Miglior attrice in una serie drammatica

  • Claire FoyThe Crown
  • Caitriona Balfe – Outlander
  • Keri Russell – The Americans
  • Winona Ryder – Stranger Things
  • Evan Rachel Wood – Westworld – Dove tutto è concesso (Westworld)

Miglior attore in una serie drammatica

  • Billy Bob Thornton Goliath
  • Rami Malek – Mr. Robot
  • Bob Odenkirk – Better Call Saul
  • Matthew Rhys – The Americans
  • Liev Schreiber – Ray Donovan

Miglior serie commedia o musicale

  • Atlanta
  • Black-ish
  • Mozart in the Jungle
  • Transparent
  • Veep – Vicepresidente incompetente (Veep)

Miglior attrice in una serie commedia o musicale

  • Tracee Ellis RossBlack-ish
  • Rachel Bloom – Crazy Ex-Girlfriend
  • Julia Louis-Dreyfus – Veep – Vicepresidente incompetente (Veep)
  • Sarah Jessica Parker – Divorce
  • Issa Rae – Insecure
  • Gina Rodriguez – Jane the Virgin

Miglior attore in una serie commedia o musicale

  • Donald GloverAtlanta
  • Anthony Anderson – Black-ish
  • Gael García Bernal – Mozart in the Jungle
  • Nick Nolte – Graves
  • Jeffrey Tambor – Transparent

Miglior miniserie o film per la televisione

  • The People v. O. J. Simpson: American Crime Story
  • American Crime
  • The Dresser
  • The Night Manager
  • The Night Of – Cos’è successo quella notte? (The Night Of)

Miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione

  • Sarah PaulsonThe People v. O. J. Simpson: American Crime Story
  • Felicity Huffman – American Crime
  • Riley Keough – The Girlfriend Experience
  • Charlotte Rampling – London Spy
  • Kerry Washington – Confirmation

Miglior attore in una mini-serie o film per la televisione

  • Tom Hiddleston The Night Manager
  • Riz Ahmed – The Night Of – Cos’è successo quella notte? (The Night Of)
  • Bryan Cranston – All the Way
  • John Turturro – The Night Of – Cos’è successo quella notte? (The Night Of)
  • Courtney B. Vance – The People v. O. J. Simpson: American Crime Story

Migliore attrice non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione

  • Olivia ColmanThe Night Manager
  • Lena Headey – Il Trono di Spade (Game of Thrones)
  • Chrissy Metz – This Is Us
  • Mandy Moore – This Is Us
  • Thandie Newton – Westworld – Dove tutto è concesso (Westworld)

Miglior attore non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione

  • Hugh LaurieThe Night Manager
  • Sterling K. Brown – The People v. O. J. Simpson: American Crime Story
  • John Lithgow – The Crown
  • Christian Slater – Mr. Robot
  • John Travolta – The People v. O. J. Simpson: American Crime Story

Golden Globe alla carriera

  • Meryl Streep

Miss Golden Globe

  • Sophia Stallone
  • Sistine Stallone
  • Scarlett Stallone
The following two tabs change content below.

Flavia B.

Studentessa con una grande passione per le serie tv, la musica, la letteratura e i viaggi. La mia più grande abilità è procrastinare. La mia migliore amica è l'ansia. I typos il mio nemico giurato.