Brooklyn Nine-Nine, quando la commedia tocca il sociale.

Tutti noi telefilm addicted abbiamo gusti diversi, alcuni amano il drama altri preferiscono le serie sci-fi, ma quasi tutte le persone che conosco non rifiutano mai una bella comedy, forse perché il formato da 20/25 minuti è molto più leggero, forse perché spesso le comedy si possono seguire senza la necessità di vedere ogni singolo episodio, in ogni caso già dagli anni ‘90 siamo stati abituati a un alto livello di intrattenimento comico con la storica comedy di tutte le comedy: Friends. Da quando ho visto questa iconica serie tv, mi è stato difficile trovare qualcosa che mi facesse ridere tanto quanto i sei amici, forse è stato per questo che quando ho deciso di cominciare Brooklyn Nine-Nine sono stata ancora più colpita dal fatto che mi sia piaciuta tantissimo. Sicuramente avrete visto qualche foto o video di questa serie in rete, non vi piacerebbe scoprire qualcosa in più?

Partiamo subito con la parte tecnica, così possiamo liberarci dei dettagli e passare direttamente al mio semi-sclero su quanto sia rivoluzionaria questa serie.
Come già detto è una comedy, ma in realtà Brooklyn Nine-Nine è anche un poliziesco e la cosa positiva è che riesce a bilanciare benissimo entrambe le cose.

Mantiene il format da 25 minuti e l’elemento auto-conclusivo, infatti gran parte dei casi (escludendo i finali di stagione, ovviamente) si risolvono nello stesso episodio in cui vengono introdotti.

La trama, come molte altre comedy, è abbastanza semplice: lo show segue le avventure di una squadra di detective del novantanovesimo distretto di Brooklyn, cominciando dal momento in cui verrà assegnato loro un nuovo capitano che rivoluzionerà le regole alle quali erano abituati, il tutto è filmato in stile Parks and Recs.

Brooklyn Nine-nine è trasmessa da FOX nel periodo invernale, ad oggi sono state mandate in onda quattro stagioni e la quinta è in produzione. Le stagioni contano 22 episodi ciascuna. Attualmente le prime due stagioni sono disponibili nel catalogo di Netflix Italia.

A questo punto penserete: “Okay, ma non è niente di speciale!” E invece no, perché in Brooklyn Nine-Nine non troverete il classico gruppo di protagonisti, bensì un variegato insieme di etnie, sessualità e personalità che distruggono ogni tipo di stereotipo.

Inoltre questa serie di prende la responsabilità di non rappresentare i poliziotti di New York con aria di buonismo, anzi li descrive con cruda realtà, spesso sottolineando anche la brutalità e le ingiustizie. Ogni cosa che avete visto nei telefilm fino ad oggi, ogni trama usata e riusata viene buttata nel cestino e frantumata in mille pezzi per favorire dinamiche ben studiate, fresche e divertenti.

La parte comica, come già detto, viene accompagnata dal poliziesco che aiuta lo show a non cadere nel ridicolo. I casi aiutano Brooklyn Nine-Nine a trattare tematiche attuali senza il bisogno di forzare situazioni impensabili.

La cosa migliore è che nonostante sia uno show che ha come protagonisti dei poliziotti, Brooklyn Nine-Nine non si nasconde dietro al classico buonismo dei polizieschi, al contrario rappresenta la realtà nel miglior modo possibile facendo vedere che gli agenti commettono spesso errori, ma ciò non vuol dire che ad essi non si possa porre rimedio.Infine, in alcuni episodi i temi di brutalità ai danni dei civili e razzismo vengono trattati con cura, dando loro lo spazio che meritano nella trama principale dell’episodio.

Vi prometto che se deciderete di dare a questa serie una possibilità non ve ne pentirete, non se cercate qualcosa di stravagante, coraggioso e fuori dalle righe.

 

Elena Lucia Grussu
twitter: @grandadprincess
tumblr: londonsbridge

 

Avete già visto Brooklyn nine-nine? Vi trovate d’accordo con il parere di Elena? Commentate qui sotto perché siamo curiosi di sapere anche il vostro parere!

Seguiteci sulle nostre pagine social Twitter e Facebook per  tenervi aggiornati su serie tv e cinema.

Se vuoi mandare anche tu una recensione, un commento, un parere su una serie tv, film, episodio manda il tuo articolo a gameofseriesstaff@gmail.com (i dettagli li trovi qui: COLLABORA CON NOI)